Potremmo utilizzare i cookie e abbiamo bisogno di accedere ad alcune delle impostazioni del tuo browser. Fare clic sul pulsante seguente se si accettano i nostri termini sulla protezione dei dati secondo il regolamento UE 2016/679 (GDPR). Non chiediamo né memorizziamo mai nessuno dei tuoi dati personali quando utilizzi il nostro sito web in modo regolare.

Details >

    
Specchio fatato, in questo castello

Specchio fatato, in questo castello

Hai forse visto aspetto più irriflessivo?
Twitter Facebook Email Print     PDF 
 Tradotto dall'inglese con A.I.  


Un'interessante intervista con Jean-Marie Le Pen, padre di Marine Le Pen, candidato alla presidenza in Francia, è passato inosservato da molti.

In un articolo del Sunday Times del 7 maggio 2017, il giorno delle elezioni in Francia, padre Le Pen ha detto a proposito di sua figlia che anche se "ha carattere, ma anche bisogno di altre qualità come presidente della Francia ", e quindi ha qualificato sua figlia come non idonei. D'altra parte, si è congratulato con sua nipote di 28 anni, Marion Maréchal, e la sua nipotina di due anni, Olympe, che ha detto di "poter immaginare di poter diventare presidente in 30 anni".

L'88enne è stato licenziato nel 2015 da sua figlia, Marine Le Pen, del Fronte Nazionale Fronte, dopo aver commentato l'Olocausto, che, secondo lui, non era una pietra miliare nella Seconda Guerra Mondiale. mondiale.

Ha descritto sua figlia come "Burgois" nell'intervista e ha detto che i rapporti con lei erano già diventati difficili quando ha lasciato la grande tenuta di famiglia nei ricchi sobborghi di Parigi.

Secondo Jean-Marie Le Pen, Marine lo aveva accusato di aver ucciso il suo gatto, dopo averlo mangiato: "Se il cane ha leccato la mano di qualcuno, era il suo cane, se avesse morso qualcuno. uno, è sempre stato il mio cane", ha detto l'88enne.

Dopo che Marine Le Pen ha raggiunto il secondo turno delle elezioni presidenziali, suo padre gli ha inviato un messaggio: "Bravo Marine! Il più difficile deve ancora venire". Non ha ancora riferito il suo messaggio, ha riferito padre Le Pen.

Chiamò sua figlia sconsiderata per il deludente duello televisivo con Macron, nel quale tentò di attaccare psicologicamente il suo avversario. Ma Macron sopravvisse agli attacchi - con l'aiuto dei tranquillanti, come dice Jean-Marie Le Pen: "Lui [Macron] era apparentemente protetto chimicamente: c'era questa inspiegabile calma attorno a lui".

Macron ha ricevuto la sua inspiegabile calma nel duello televisivo, probabilmente grazie al consiglio di sua moglie, che ha 24 anni più di lui?

Essendo un minore a scuola, Macron si innamorò di uno dei suoi maestri ma già sposato e padre di due figli. Cominciò una drammatica storia d'amore durante la quale lei gli chiese di trasferirsi meglio a Parigi. Ma questo non ha aiutato, ha divorziato e sposato con Emanuel, 24 anni, che potrebbe essere suo figlio - e sua madre.

Ricordiamo quasi la tragedia del re Edipo, in cui il protagonista cerca di sfuggire alla profezia dell'oracolo e provoca tragicamente il disastro

"Non mi spaventi con la tua maglietta. Il modo migliore per pagare un abito è trovare un lavoro"
"Ma sto sognando di avere un lavoro, signor Macron!"
Macron che chiacchiera con le persone della folla del sud della Francia

solo per questo.

Macron frequentò le tipiche scuole d'elite francesi a Parigi, iniziò la sua carriera come brillante banchiere, divenne ministro degli affari economici dell'Olanda e fondò il suo movimento politico "En Marche!" che praticamente esisteva solo su conti bancari.

Se l'elezione del 7 maggio 2017 in Francia fosse stata una decisione di così grande importanza politica per l'Europa, allora le tragedie familiari dietro di loro dovrebbero portare tutti in Europa a chiedersi se non sarebbe stato meglio lasciare la presidenza francese a bambini come Olympe, forse la nipote di due anni.

In questo modo, si potrebbe anche aiutare la cancelliera Angela Merkel a raggiungere finalmente la sua nascita, ma non se ne è mai veramente resa conto durante i vertici UE e le visite di stato in Francia.

E come culmine di questa giornata di trasferimento in Europa - la ciliegina sulla torta, per così dire - Papa Francesco ha pesato tutto il suo peso e ha detto quanto segue durante il suo discorso al Regina Coeli di 7 di Maggio 2017 a Roma:

Non è sempre facile identificare la voce del Buon Pastore. C'è sempre il pericolo del ladro, del falso pastore ... c'è sempre il pericolo di essere distratto dalle molte altre voci interiori". Il Papa ha suggerito "di non essere distratti dalla falsa saggezza di questo mondo, ma di seguire Gesù risorto, l'unica guida sicura che dà un senso alle nostre vite

Non molto tempo fa, le dichiarazioni di Papa Francesco non avevano senso al riguardo, ad esempio quando parlava di qualcuno di speciale mentre si trovava tra le nuvole:

Grazie a Dio per aver detto che [Trump] ha detto che sono una persona politica, perché Aristotele definisce gli uomini come animali politici. Almeno io sono un essere umano. Qualcuno che pensa solo a costruire muri, ovunque si trovino, e non a costruire ponti, non è un cristiano.

Sembra che questo 7 maggio 2017 voglia davvero sapere chi sarebbe il meno in grado di riflettere su se stesso all'interno dell'élite europea.

Quasi come nel racconto di Biancaneve, e dove la regina malvagia chiede ripetutamente nello specchio che sarebbe la più bella del paese: "Il tuo aspetto qui di tutte è il più bello" risponde allo specchio, "ma lontano da qui, in una casina di sette nani, piccina piccina, è Biancaneve dalla chioma corvina molto più bella della Regina !"

O, riferendosi al 7 maggio 2017, forse qualcosa del genere: "Signora Le Pen, sei il meno pensieroso qui, ma il Papa Francesco, sopra le montagne, nella città eterna dei sette colli e con l'aiuto di Macron e Merkel è mille volte più irriflessivo della signora !"








 
di Martin D., un giornalista investigativo accreditato e indipendente dall'Europa. Ha conseguito un MBA presso un'università degli Stati Uniti e una laurea in Sistemi informativi, ha lavorato come consulente negli Stati Uniti e nell'UE, e attualmente sta scrivendo un libro sulla storia dei media mainstream.
Lascia un commento:



Spedire

Email Twitter Facebook Print


Per suggerimenti e informazioni riservate: inviaci il tuo messaggio completamente crittografato all'indirizzo news@sun24.news utilizzando la nostra chiave di crittografia PGP pubblica (strumento online qui).







Valuta questo articolo
    
Grazie !
o lascia un commento
Spedire