Potremmo utilizzare i cookie e abbiamo bisogno di accedere ad alcune delle impostazioni del tuo browser. Fare clic sul pulsante seguente se si accettano i nostri termini sulla protezione dei dati secondo il regolamento UE 2016/679 (GDPR). Non chiediamo né memorizziamo mai nessuno dei tuoi dati personali quando utilizzi il nostro sito web in modo regolare.

Details >

    
Un nuovo modo di diventare una celebrità

Un nuovo modo di diventare una celebrità

Su come Papa Francis è diventato un fan del football americano
Twitter Facebook Email Print     PDF 
 Tradotto dall'inglese con A.I.  


Alejandro Villanueva, finora uno sportivo piuttosto sconosciuto nella squadra di football professionistico di Pittsburgh Steelers, è diventato improvvisamente una celebrità il 24 settembre 2017, quando ha deciso contro il suo allenatore e l'intera squadra di non partecipare la loro manifestazione in cabina. Invece, è andato fuori in un angolo dello stadio in cui si trovava e ha osato cantare l'inno nazionale americano coprendosi il cuore con una mano.

Prima di unirsi al calcio professionistico, Alejandro Villanueva era stato un soldato e capo dell'esercito degli Stati Uniti e aveva ricevuto molti onori e medaglie, incluso il suo servizio in Afghanistan e il salvataggio delle vittime di altri soldati americani sotto tiro.

La sua foto in piedi e il canto dell'inno americano circolava in tutto il mondo in pochi minuti. E poco dopo, la sua maglia divenne uno dei prodotti più popolari nel negozio online della National Football League.

Per protestare contro il boicottaggio dell'inno americano da parte di alcuni giocatori della NFL, alcuni ex fan hanno già iniziato a bruciare maglie e persino i loro abbonamenti stagionali:



Per inciso, un biglietto singolo per un normale gioco NFL costa in media circa US $93, con ogni giocatore NFL che guadagna una media di 2,44 milioni di dollari l'anno, escluse le entrate pubblicitarie; denaro supplementare che in alcuni casi può addirittura superare il centesimo del salario.

In nessun caso la NFL, Inc. deve essere considerata una ingenua società di franchising sportiva che si occupa esclusivamente della vendita delle sue maglie. Nel 2016, i ricavi totali delle vendite di NFL, Inc. hanno superato i $13 miliardi.

E l'enorme influenza del suo leader, Roger Goodell, sembra non finire mai prima del papa a Roma. Durante il famoso evento del Super Bowl del febbraio 2017, visto da oltre un miliardo di persone sugli schermi televisivi di tutto il mondo, Goodell e la sua squadra della NFL hanno invitato Papa Francesco a trasmettere un messaggio da pace mondiale sui maxischermi dello stadio di Houston, in Texas (e questa non è assolutamente una notizia falsa):





È interessante notare che nessuno aveva finora invitato il Papa a esprimere un messaggio diverso dopo il devastante passaggio dell'uragano Harvey a Houston, sei mesi dopo. Il papa ei suoi cardinali ausiliari a Roma non sembravano molto interessati a distribuire pasti o altri aiuti alle vittime dell'uragano. E non tenendo una messa religiosa esattamente dove Papa Francesco aveva mostrato le sue parole pacifiche a tutti coloro che hanno partecipato all'evento sportivo solo sei mesi fa.

Sorprendente, dato il fatto che i cattolici per lo più liberali attorno a papa Francesco si stanno sforzando di trasformare la Chiesa cattolica in un'organizzazione dedicata principalmente alle questioni di giustizia sociale.

Nel caso in cui il Papa ed i suoi Cardinali siano interessati a tenere un discorso a Houston, abbiamo già preparato il testo del teleprompter:

La tragica devastazione causata dall'uragano Harvey, come abbiamo visto, è altamente simbolica e dimostra che è possibile creare una cultura dell'incontro e un mondo di pace. Partecipando agli sforzi di ricostruzione, possiamo andare oltre i nostri interessi e, in modo sano, impariamo a fare sacrifici, a crescere nella fedeltà e nel rispetto delle regole. Possa la devastazione dell'uragano del 2017 a Houston e altrove essere un segno di pace, amicizia e solidarietà con il mondo. Grazie.







 
di Martin D., un giornalista investigativo accreditato e indipendente dall'Europa. Ha conseguito un MBA presso un'università degli Stati Uniti e una laurea in Sistemi informativi, ha lavorato come consulente negli Stati Uniti e nell'UE, e attualmente sta scrivendo un libro sulla storia dei media mainstream.
Lascia un commento:



Spedire

Email Twitter Facebook Print


Per suggerimenti e informazioni riservate: inviaci il tuo messaggio completamente crittografato all'indirizzo news@sun24.news utilizzando la nostra chiave di crittografia PGP pubblica (strumento online qui).







Valuta questo articolo
    
Grazie !
o lascia un commento
Spedire